I Giusti

 

Home

Introduzione

Contatti

Links

Bibliografia


Mappa del sito

Storie da Gallio

 

Riportiamo una notizia apparsa sul sito del Comune di Gallio
 

Olga e Ferruccio Neerman, entrambi ebrei, negli anni 1943-1944 si sono salvati trovando rifugio sull'Altopiano.

I due ragazzi, allora rispettivamente di 14 e 17 anni, fuggiti dal Lido di Venezia nel settembre 1943, dopo varie peripezie, hanno trovato riparo insieme al padre, agli zii materni e ad un amico di famiglia nella malga di Boscosecco, dove sono rimasti nascosti dall'autunno 1943 all'estate 1944.  

A procuare il nascondiglio fu Costante Martello guardia forestale di Cesuna, che aveva conosciuto alcuni componenti della famigliaattraverso i proprietari dell'Albergo Europa di Gallio, buoni amici dei perseguitati fin da quando qeusti frequentavano l'altopiano per turismo.

Il proprietario della macelleria Finco dava rifugio alla mamma (la quale, assieme ai due figli, rimase a Gallio fino all'inverno 1944); Secondo Munari spesso li aiutava per l'approviggionamento di cibo e coperte con il suo cavallo Leo...e molti nel paese di Gallio sapevano e tacevano.

 

Il signor Ferruccio Neerman, a partire dalla sua esperienza, ha scritto un libro dal titolo Infanzia rubata. Storia vissuta di un bambino ebreo, Arbizzano di Negrar (Verona), Damolgraf, 2002.


Olga e Ferruccio Neerman